Menu:

Consegne in tutta Italia

Richiedete preventivo e consultate attentamente le condizioni di vendita

PagoBancomat e Carte di Credito - Fattura per titolari di partita IVA

Sitemap


 

arrow Letture
arrow Scienza in Cucina
arrow Altre suggestioni

dal Lunedì al Venerdì
dalle 10 alle 19:30 
- Sabato 10 - 13:30

in via Clisio 5 - Roma

 

come raggiungerci

Telefono e Fax  :
331 210 3621

cont@tto

 

ill title Ricette ed altro...


Altri usi del preparato per fonduta di cioccolata ...

   La "classica" tavoletta di cioccolato si presta a molti altri usi che non la fonduta vera e propria, in cui immergere (con molta voluttà, si raccomanda, ed in compagnia - l'ingrediente più importante) frutti ed altre cose...

© Ascanio Trojani 2010

    ... ma anche come elemento in molte altre preparazioni: chi ha detto che il gelato si gusta solo d'estate ?
  Provate a ricoprire la coppa di gelato con un velo di cioccolato fuso, versato delicatamente ed in modo che rimanga sottile il più possibile. Questo è l'effetto...

© Ascanio Trojani 2010

 I più bravi (o i più incoscienti) potranno tentare di prodursi in una mela stragata, ricoprendo interamente la  porzione di gelato con una sottile crosta di cioccolato fuso - il cioccolato, a contatto con il gelato solidifica pressoché istantaneamente.

La fonduta di cioccolata

© Ascanio Trojani 2010

  La fonduta al cioccolato è una preparazione culinaria semplice da realizzare ma di grandissimo effetto e soddisfazione per i commensali. La sua preparazione e degustazione avviene di norma in una pentola appositamente concepita, denominata caquelon, il cui fondo ha uno spessore elevato, tale da impedire che bruci quando è sul fuoco (il réchaud), sia nella preparazione che nel mantenimento della fluidità della cioccolata. Presso il nostro negozio sono disponibili i caquelon Fontignac appositamente progettati per cioccolato (vedi foto).

   La fonduta viene preparata a partire dalla cioccolata (fondente, ma anche bianca) finemente sminuzzata e mescolata con della panna (ma anche miele e acqua), messa a fuoco dolcissimo fino a quando non è completamente fusa, e forma un fluido denso e vellutato. Mai dovrà essere portata all'ebollizione, e la si dovrà tenere solo di pochissimo al di sopra della temperatura di fusione, per evitare che gli aromi volatili vengano dispersi.

  La fonduta di cioccolata si gusta immergendovi pezzetti di pane o di frutta, con le apposite forchette. Volendo, si possono passare, subito dopo immerse nel cioccolato, nella graniglia di cocco o di mandorle.

  Proporzioni puramente indicative, per quattro persone, richiedono 200g di cioccolato ad alto tenore di cacao per 300 ml di panna liquida. Una volta acquisita un po' di esperienza, si può alleggerire la preparazione, sostituendo la panna con il latte o con l'acqua.

  Sono possibili tante varianti quante ne suggerisce la fantasia e un minimo di accortezza tecnica. Fantastico il cioccolato di Modica, ad esempio. Si può aromatizzare la fonduta con una goccia di Aurum; la frutta deve essere scelta con cura ed essere ben soda, e privata dei semi: fragole, ananas, spicchi di arancio, mele di più varietà (Golden, Fuji e Granny Smith ad esempio). Meravigliosi i cubetti di pane di Lariano.

  Presso il nostro negozio è disponibile una vastissima scelta di tavolette di cioccolato fondente (e non) utilizzabili per creare una splendida fonduta.

  Una alternativa semplice, sempre disponibile e preparabile con estrema facilità ed altrettanta soddisfazione, sono le fondute di Pistocchi, che debbono solo essere riscaldate a bagnomaria o (con moltissima cura) al microonde.

Risvegliare l'olfatto

© Ascanio Trojani 2010

  Mezzo cucchiaino di zucchero aromatizzato alla violetta, sparso sopra uno yogurt bianco, corposo, per iniziare la giornata come si deve.
  La violetta, simbolo di modestia e d'innocenza, rende indimenticabile il profumo dello zucchero di canna.
  Oltre che nello yogurt, sempre in dosi minime, lo zucchero aromatizzato si può utilizzare nel thè, negli infusi, nei dolci e nella piccola pasticceria, nelle crêpes, nelle macedonie di frutta (un particolare interesse va a quelle di frutti rossi).

arrow Letture
arrow Scienza in Cucina
arrow Altre suggestioni

Segnalato dal Gambero Rosso 2002-2015   
Segnalato in Roma per il Goloso 2008-2015   
Segnalato dal  Golosario 2008-2015   
Segnalato nei Ristoranti di Roma de la Repubblica 2008-2015